You are hereBlog / blog di admin / Lago di Bolsena: norme di navigazione, pesca e sicurezza bagnanti

Lago di Bolsena: norme di navigazione, pesca e sicurezza bagnanti


By admin - Posted on 17 February 2014

----------------

BOLSENA - Regolamento per la navigazione nelle acque interne Delibera Cons. Prov. VT n°5 del 19 febbraio 2007 D.Lgs.171/05 D.M. 146/08. La navigazione a motore è consentita su tutto il lago di Bolsena (ad una velocità massima di 25 nodi), ad eccezione della fascia costiera di 150 metri, in tale area si può accedere a remi o attraverso i corridoi di lancio delimitati da boe per evitare eventuali danni ai bagnanti.

È vietato ormeggiare, varare, arenare natanti al di fuori delle aree autorizzate. Nella fascia costiera costituita da spiagge e delimitata da boe, è vietata la navigazione a motore, a vela, windsurf, l’ancoraggio, il varo, l’alaggio ed arenare natanti, ad eccezione dei corridoi di lancio dove si deve procedere con motore al minimo; possono navigare pedalò, pattini, canoe e similari, sempre nel rispetto della sicurezza dei bagnanti, all’interno dei corridoi è vietata la balneazione.

Le moto d’acqua e mezzi similari sono vietati. Pedalò e pattini non possono trasportare passeggeri in numero superiore al consentito e non possono allontanarsi oltre 300 metri dalla riva, i canoisti se superano tale limite devono indossare obbligatoriamente il giubbotto di salvataggio.

All’interno dell’area delimitata da boe (DIRITTO ESCLUSIVO DI PESCA) che circondano le isole Bisentina e Martana per una fascia che varia dai 300 ai 500 metri dalle loro coste, è consentita la navigazione con motore al minimo, tale limite è imposto per salvaguardare e tutelare l’ambiente e soprattutto per la sicurezza dei numerosi diportisti che ancorata la barca sostano per ore e fanno il bagno in prossimità delle isole.

In località CAVA delimitata da boe biconiche con fascia rossa situata fra Capodimonte e Marta è consentito accedere con motore al minimo perpendicolarmente alla riva ed ancorare natanti, fare comunque sempre la massima attenzione.

È vietato ormeggiare a boe di segnalazione di pericolo scogli e delimitazione aree PESCA (L.R. 87/90 e succ. modificazioni, reg. prov. 5/07).

E’ VIETATA

LA PESCA ALL’INTERNO DEI PORTI

LA PESCA ALL’INTERNO DEI DIRITTO ESCLUSIVO DI PESCA ISOLE BISENTINA E MARTANA (salvo autorizzazione del titolare del diritto) delimitate da boe.

LA PESCA SUBACQUEA

LA PESCA NOTTURNA (da un’ora dopo il tramonto ad un’ora prima dell’alba, ad eccezione del Carp-Fishing in aree e periodi autorizzati, vedi regolamento)

PESCARE CON PIU’ DI 3 CANNE O LENZE, CON GUADINO, CON LE MANI ECC.

LA PESCA IN AREE FREQUENTATE DA BAGNANTI DALL’ALBA AL TRAMONTO dal 1/5 al 30/9

EFFETTUARE LA PESCA ALLA TRAINA CON MOTORE DI POTENZA SUPERIORE A 9 CVF.

I MINORI DI ANNI 14 POSSONO PESCARE SENZA LICENZA SE ACCOMPAGNATI DA PERSONA MAGGIORENNE MUNITA DI LICENZA.

E’ VIETATO PESCARE SPECIE IN PERIODO DI DIVIETO (FREGA), DI MISURA INFERIORE AL CONSENTITO E/O IN QUANTITA’ SUPERIORE AL CONSENTITO.

SICUREZZA BAGNANTI

NON BERE BIBITE FREDDE O MANGIARE PRIMA DI FARE IL BAGNO

NON OLTREPASSARE LE BOE DI SEGNALAZIONE AREA BALNEAZIONE OVE PRESENTI O TENERSI A BREVE DISTANZA DALLA RIVA IN ASSENZA DELLE BOE, SE NON ASSISTITI DA BARCA D’APPOGGIO ED INDOSSANDO CALOTTINA ROSSA

NON ALLONTANARSI CON PEDALO’ O PATTINI OLTRE 300 METRI DALLA RIVA SE NON MUNITI DI SALVAGENTE PER OGNI PERSONA TRASPORTATA

NON SALIRE SU PEDALO’ O PATTINI IN PIU’ DI 4 PERSONE

NON FARE IL BAGNO ALL’INTERNO DELLE CORSIE DI LANCIO

FARE ATTENZIONE AD USARE MATERASSINI O CANOTTI CON VENTO CHE SOFFIA DA RIVA, VI POTRESTE TROVARE AL LARGO ED AVERE DIFFICOLTA’ A RIENTRARE

NON FARE IL BAGNO CON LAGO MOSSO ED ACQUA TORBIDA

NON FARE IL BAGNO NELLE ORE NOTTURNE

NON FARE IL BAGNO IN PROSSIMITA’ DI ATTREZZI DA PESCA (RETI)

BARCHE ALL’ORMEGGIO, NEI PORTI E AI LORO INGRESSI

NON PESCARE IN ZONE RISERVATE ALLA BALNEAZIONE DELIMITATE DA BOE COME PREVISTO DAL REGOLAMENTO PROVINCIALE SULLA SICUREZZA DELLA NAVIGAZIONE N° 5/2007 DALL’1/5 AL 30/9 DALL’ALBA AL TRAMONTO

E’ VIETATA LA NAVIGAZIONE E L’ORMEGGIO NELLE AREE RISERVATE ALLA BALNEAZIONE SE NON ATTRAVERSO I CORRIDOI DI LANCIO, IL VARO E L’ALAGGIO DI NATANTI E’ CONSENTITO ESCLUSIVAMENTE PRESSO GLI SCIVOLI INDICATI DAI COMUNI, NEI PORTI E PRESSO LE AREE DI ORMEGGIO AUTORIZZATE.

Fonte Provincia di Viterbo