You are hereLo tsunami del lago di Bolsena nel 1695 e i terremoti nella Tuscia

Lo tsunami del lago di Bolsena nel 1695 e i terremoti nella Tuscia


----------------

TERREMOTI IN TEMPO REALE IN ITALIA


Lo tsunami del lago di Bolsena e i terremoti nel viterbese

L'11 giugno 1695 un forte terremoto sconvolse l'alta Tuscia viterbese, in particolare la cittadina di Bagnoregio (VT) che si trovò pochi km a nord dell’epicentro.
Il terremoto fu causato probabilmente dal terreno instabile della zona detta "Valle dei Calanchi" e il sisma, di magnitudo 5.7 con intensità pari circa al VIII grado della scala Mercalli, venne avvertito anche a Roma ma fortunatamente, data anche la zona poco popolata in cui sviluppò la sua massima potenza, le vittime accertate si attestarono intorno alle 200 unità.

A seguito di questo evento, nel vicino Lago di Bolsena si verificò uno tsunami (maremoto) a causa di una probabile grossa frana staccatasi dalle colline intorno che cadde nello specchio lacustre con le acque che invasero le campagne circostanti (Mercalli, 1883).
Alcuni storici locali testimoniano di un run-up pari ad almeno 3 metri, forse 4, ma non tutti i ricercatori sono concordi sull'altezza delle onde, anche perché le testimonianze a tal riguardo sono alquanto scarse: secondo alcuni le acque sarebbero entrate in profondità nelle campagne circostanti il lago per almeno 3 km (Zecchi, 2006).
In ogni caso l’evento è assodato e dovrebbe rappresentare il principale fenomeno di movimento delle acque dovuto a un terremoto in un lago italiano.

Qua sotto un esempio di ciò che è probabilmente accaduto nel lago durante il terremoto di Bagnoregio e, più in basso, una cartina con tutti i terremoti avvenuti nel viterbese negli ultimi 500 anni (notare il più potente, quello di Bagnoregio, che poi causò queste onde anomale nel lago di Bolsena probabilmente provocate, appunto, da una grossa frana avvenuta nel lago, molto simile a ciò che avvenne nella Valle del Vajont nel 1963).
Tuttavia i terremoti nella Tuscia sono generalmente rari e, quando avvengono, il più delle volte si attestano tra i 2 e i 3 di magnitudo, quindi con un'intensità solitamente bassa.



Le fasi dello tsunami nel lago di Bolsena



Lago di Bolsena al tramonto con le due isole Martana e Bisentina