You are hereLa Passeggiata lungolago di Marta sul lago di Bolsena

La Passeggiata lungolago di Marta sul lago di Bolsena


----------------

Il giardino pubblico di Marta (VT), dedicato a Luigi Donati (sindaco e podestà di Marta dal 1924 al 1935) e che i martani chiamano "Passeggiata", è un luogo di relax dove poter passeggiare lungo un viale contornato da alberi e dalla splendida cornice del lago di Bolsena, da dove è possibile ammirare da vicino le isole Martana e Bisentina con il caratteristico promontorio di Capodimonte.
Non manca quindi il verde dove è possibile fare pic-nic nelle apposite panchine e far giocare i propri bambini nel parco giochi.
Inoltre, specie durante i week-end nei mesi estivi, sono presenti delle bancarelle e dei mercatini.
Alla fine della stessa è possibile anche osservare il porto di Marta.

Nel 1630, Benedetto Zucchi scriveva queste parole: "Marta è una terra che ha attaccate le muraglie al lago, verso il levante... le case di quella parte sono dall'acqua battute assai...". Infatti Marta, dei tre paesi che sorgono sul lago, ha la peculiarità di essere lambito dalle acque in modo così diretto. Oggi solo una striscia di terra separa le case dalle acque nel tratto che va dal "Pontone" al piazzale Martiri di Cefalonia, adiacente all'incile del fiume Marta.
Tra il 1927 e il 1929, di fatto, il podestà Luigi Donati, per proteggere l'abitato dalle tempeste del lago evitando l'erosione delle fondamenta delle case, fece costruire un muraglione con relativo terrapieno ricavando così quello spazio successivamente trasformato parte in strada e parte nel giardino pubblico che i martani chiamano, appunto, Passeggiata.

Il terrapieno, progettato dall'ing. Manini, inizialmente largo 18 metri fu ampliato fino all'ampiezza di 35 metri. Durante tali lavori fu costruito un porticciolo per facilitare lo sbarco dei pescatori al ritorno dalla pesca. Il terrapieno terminava poco oltre la colonna in pietra posta dall'Istituto Geografico Militare come indicatore del livello delle acque.
Il tratto dei giardini che inizia da questo punto e raggiunge il fiume Marta, è stato ricavato per mezzo di successivi lavori eseguiti tra la fine degli anni '60 e i primissimi anni del '70 del sec. XX.
Nel 1968 venne inaugurato solennemente il monumento ai marinai di Marta caduti in guerra. L'opera in ferro, realizzata nel 1967 da Pietro Matic, è posta all'interno di una fontana circondata da piccole pietre con il nome dei marinai.

Tratto da: "Marta, guida alla scoperta" di Maria Irene Fedeli

Rielaborazione testi a cura di Luca Viviani



Il monumento al "Donatore di sangue e di organi"



Marta, panorama sul lago di Bolsena e promontorio di Capodimonte (a destra ben visibile il monte Amiata)



La nuova fontana



Autunno sulla "passeggiata" di Marta

Passeggiata di Marta sul lago di Bolsena

Dove si trova la Passeggiata di Marta