You are hereCome ricevere il digitale terrestre a Marta (VT) sul lago di Bolsena

Come ricevere il digitale terrestre a Marta (VT) sul lago di Bolsena


----------------

Con l'avvento del digitale terrestre (DTT) sono molti i vantaggi che sono arrivati all'interno delle nostre case, come ad esempio:
- migliore qualità audio/video dei canali (anche in HD)
- maggior numero di canali disponibili
- nessuna necessità di cambiare antenna sul tetto (mantenendo, di fatto, lo stesso impianto televisivo di prima)

Mentre nei primi due punti non ci sono obiezioni, il terzo merita invece di essere approfondito perché non sempre risulta valido.
Infatti la maggior parte delle abitazioni ha ormai impianti televisivi datati e non più adatti a ricevere il segnale del digitale terrestre che risulta più sensibile e debole di intensità rispetto al vecchio analogico, obbligando così al puntamento delle antenne molto più preciso verso i ripetitori.
Spesso, di conseguenza, si è costretti a chiamare un antennista per rivedere l'intero impianto ed eventualmente per sostituire cavi e vecchie antenne, ma se sappiamo cosa fare e abbiamo un minimo di manualità è possibile anche far tutto da soli, senza ricorrere per forza all'antennista e risparmiando così anche del denaro.

Riguardo il paese di Marta può bastare l'installazione di una sola antenna per vedere tutti i canali a patto che si direzioni verso il monte Peglia (in direzione Orvieto) in polarizzazione orizzontale nell'ingresso UHF dell'amplificatore. Questa è la migliore soluzione in quanto con una sola antenna si possono ricevere tutti i canali principali (Rai, Mediaset, La7, Sky Sport, Tv8, Focus, DMAX, Real Time etc) ma soprattutto perché con una sola antenna non si hanno eventuali interferenze di segnale con altre collegate e puntate su altri punti. Inoltre il costo è decisamente contenuto sia perché basta l'installazione di una sola antenna, sia perché non vi è bisogno di filtri o miscelatori che si usano, di solito, con due o più antenne collegate al fine di togliere eventuali disturbi. Questa soluzione è possibile adottarla anche nelle vicine cittadine di Capodimonte, Valentano e Montefiascone ma anche a Viterbo (chiaramente se in assenza di importanti ostacoli verso il Peglia che comprometterebbero la qualità del segnale).

Possiamo, tuttavia, puntare una delle nostre antenne anche verso i monti Cimini (Poggio Nibbio) in polarizzazione orizzontale, specie se si vuole ricevere delle Tv locali (è visibile anche Mediaset), ma il puntamento di una delle antenne va comunque orientato verso il monte Peglia per ricevere i canali Rai e, in tal caso, bisogna inoltre dotarsi di un miscelatore con ingressi sia per la 4° banda per l'antenna verso il Peglia, sia per la 5° banda per l'antenna verso i Cimini, allo scopo di evitare interferenze (sovrapposizioni di segnale). Va infatti ricordato che a Marta, come consigliato dal sito RaiWay, la Rai è ricevibile solo dal monte Peglia.

È possibile puntare una delle antenne anche verso il monte Amiata, specie per ricevere Tv locali (sia in polarizzazione orizzontale che verticale, a seconda delle Tv locali da ricevere) ma il misuratore di campo ci dice che Mediaset, almeno a Marta, non vi trasmette nonostante il sito Mediaset dia copertura al 99% del paese dall'Amiata. Anche in questo caso, almeno una delle antenne va orientata verso il monte Peglia per ricevere i principali canali, Mediaset compresa. In pratica dall'Amiata a Marta non si riceve nulla, a parte qualche canale privato come Canale Italia.
Sconsigliati i puntamenti verso il monte Argentario (troppo coperto oltre che abbastanza lontano) e il monte Cetona (benché sia visibile dal lago, invia il segnale a nord e non con sufficiente potenza a sud dove è il lago di Bolsena).
Assolutamente inutile, almeno a Marta, l'utilizzo dell'antenna di III° banda col digitale terrestre.
In ogni caso dove vi è la possibilità il modo migliore è, come detto, puntare una sola antenna in polarizzazione orizzontale verso il monte Peglia per ricevere tutti i principali canali, comprese anche delle trasmissioni locali.
La maggior parte delle abitazioni di Marta non ha a nord-est (dove sta il monte Peglia) alcun ostacolo avendo il lago completamente "scoperto" e dunque non si hanno problemi se si sceglie questa soluzione, decisamente più comoda ed economica.

Per il puntamento "fai da te" e per risparmiare un po' di denaro, in assenza del macchinario dell'antennista (da preferire comunque), è possibile direzionare le proprie antenne con l'aiuto di Google Maps in modalità satellitare, prendendo come punto di riferimento un albero, una casa o un qualsiasi punto in linea tra la nostra abitazione e il ripetitore al quale ci vogliamo appoggiare (basta fare una breve ricerca su internet per capire la posizione esatta del ripetitore). Ricordiamo, tuttavia, che gran parte delle antenne hanno circa 20° di tolleranza nel puntamento e dunque, anche se non perfettamente allineate col ripetitore, è possibile vedere i canali senza alcun problema nella maggior parte dei casi.
In certi casi, però, potrebbe non bastare né l'orientamento, né la sostituzione delle antenne o dei cavi: in questo caso è preferibile chiamare un antennista con apposito misuratore di campo. Nei casi di segnale critico non c'è altra possibilità se non quella di installare una parabola satellitare.

Per quel che riguarda Bolsena, almeno la parte alta della cittadina, può bastare una sola antenna per vedere tutti i canali, a patto che sia puntata verso il monte Argentario in polarizzazione verticale. Tuttavia molti bolsenesi hanno difficoltà a ricevere dall'Argentario (a parte i canali Rai che come spesso accade emettono con maggiore potenza degli altri), anche perché parliamo comunque di oltre 70 km di distanza. Perciò l'alternativa migliore risulta quella di installare due antenne, una di terza banda in pol. verticale nell'ingresso 3° banda (o VHF) dell'amplificatore puntata sul monte San Vittore (Gradoli, Passo della Montagnola) per vedere la Rai e l'altra nell'ingresso UHF in polarizzazione verticale verso il monte Amiata per vedere il resto dei canali, Mediaset compresa.
Sconsigliato il puntamento verso il monte Peglia e i monti Cimini (troppo coperti dalle colline intorno).
ELENCO COMPLETO CANALI TV A BOLSENA

Infine per Montefiascone può bastare l'installazione di una sola antenna in polarizzazione verticale verso il monte Argentario nell'ingresso UHF per vedere tutti i canali oppure una sola antenna in polarizzazione orizzontale verso il monte Peglia (bisogna valutare quale dei due punti scegliere in base ad eventuali ostacoli quali case, alberi, colline etc. che potrebbero compromettere la qualità del segnale).
A Montefiascone si riceve bene Mediaset e altri canali anche da Poggio Nibbio (monti Cimini) con antenna in polarizzazione orizzontale ma da questo punto la Rai non trasmette e quindi in tal caso sarà necessaria una seconda antenna verso il Peglia.
ELENCO COMPLETO CANALI TV A MONTEFIASCONE

- Testo scritto da Luca Viviani -

Come orientare l'antenna del digitale terrestre a Marta (VT) sul lago di Bolsena



Differenza tra antenna in polarizzazione orizzontale e verticale



Un comune amplificatore da palo con bande suddivise



I ripetitori TV del monte Peglia visti dalle colline intorno al lago di Bolsena

Ripetitori del monte Peglia

Scopri se Marta è coperta dal servizio ADSL.