You are hereBlog

Blog


Proiezione documentario sul lago di Bolsena - Marta (VT) 7 maggio 2016

----------------

Sabato 7 maggio 2016 alle ore 20:30, presso l'oratorio "Cittadella dell'amicizia" di Marta e grazie all'ospitalità di Don Roberto, sarà proiettato il documentario "Lago nostro - Futuro nostro" di Carla Zickfeld & Stefan Karkow. L'ingresso è libero.
Il trailer dell'opera è visibile su YouTube.

LAGO NOSTRO - FUTURO NOSTRO

La produzione dell'opera si è conclusa nel gennaio 2016. È un documentario di 87 minuti che illumina in maniera esemplare la bellezza e l'importanza del nostro territorio dal punto di vista geologico, culturale, sociale e politico, particolarmente nel contesto della corrente condizione ecologica del lago di Bolsena, una condizione che richiede un mutamento nella coscienza civile e una pronta azione da parte delle persone e delle istituzioni responsabili.
Scienziati ed esperti in ecologia, biologia, ricerca sul clima, filosofia, sviluppo sostenibile del territorio, ma anche il pescatore e il contadino, trattano il tema.
Questo documentario non solo fornisce un'analisi sullo stato di salute del lago di Bolsena ma offre una visione chiara di come risolvere i problemi ecologici attuali.

Allarme polpette avvelenate a Marta (VT)

----------------

2/3/2016 - E' allarme a Marta, dove sono rispuntati di nuovo gli “avvelenatori” degli animali, gente incosciente e senza scrupoli che prepara polpette avvelenate per cani, disseminandole in paese.
A farne le spese qualche giorno fa un bellissimo esemplare di Bull Terrier. Sfuggito un attimo al controllo del padrone ha azzannato una polpetta avvelenata, stramazzando al suolo.
Vani i tentativi del proprietario di salvare l’animale che di corsa è stato portato al più vicino veterinario, ma tra atroci sofferenze e buttando sangue dalla bocca, è spirato di lì a poco.
Un fatto sconvolgente di cui si parla molto in paese in quanto i micidiali bocconi avvelenati, di cui si è cibato lo sventurato animale, non si trovano soltanto nella periferia del paese dove è morto l’animale, ma anche nei giardini del lungolago dove al mattino vengono portati i cani a passeggio.

La paura delle mamme dei bambini è quella che i propri figli, casualmente, possano venire a contatto con questi micidiali preparati ed essere a loro volta contagiati. Appena si è diffusa la notizia del cane Bull Terrier morto avvelenato qualche giorno fa, una certa fobia mista a paura si è propagata nelle famiglie che detengono i cani che hanno disertato da giorni il lungolago e la "Passeggiata" ed altre zone a rischio pericolo.
Una sorta di panico collettivo corre da giorni sul web con un tam tam informativo tra le famiglie con appelli su Facebook e WhatsApp, dove si parla di questa storia.
Quest’anno sembrava che tutto fosse rientrato nella normalità a differenza dello scorso anno, quando furono avvelenati ben tre cani, invece siamo daccapo con il ritorno degli anonimi nemici degli animali che non si rendono conto dei rischi che possono causare non solo agli animali ma anche ai bambini piccoli.

Sono in tanti i cittadini che chiedono alle forze dell’ordine e a chi è preposto di indagare su questo ultimo avvelenamento. Si torna a parlare prepotentemente in paese di installare sul lungolago e in altre zone un sistema di videosorveglianza che possa monitorare le aree a rischio e scongiurare questi avvenimenti, anche legati ad episodi di vandalismo commessi ultimamente a danno della comunità.
“Gli avvelenamenti – dice la gente – non trovano giustificazione alcuna, gli animali sono spesso additati perché sporcano o abbaiano in ore inopportune, ma disseminare in paese bocconi avvelenati è proprio esagerato e rasenta la pazzia, con rischi reali non soltanto per gli animali ma anche e soprattutto per i bambini di Marta"

Testo di Danilo Piovani per Tusciaweb

Marta, il lungolago

Milioni di uova di coregone nell'incubatoio ittico di Marta sul lago di Bolsena

----------------

28/2/2016 - E' veramente una gioia per gli occhi e un evento straordinario della natura quello che si ripete ogni anno e, in particolare, in questi giorni nell'incubatoio ittico "Madonna del Monte" di Marta (VT), uno dei più grandi d'Europa situato presso il Borgo dei pescatori, dove milioni di uova di coregone hanno riempito 30 delle 60 campane di vetro, chiamate zug, in attesa del tempo di maturazione di circa 37/38 giorni (alcuni già trascorsi) e dove stanno venendo alla luce una miriade di avannotti che a breve andranno a ripopolare il lago di Bolsena.
Questo periodo, in particolare nel fermo pesca al coregone iniziato il 25 dicembre e conclusosi il 31 gennaio, le pesche pilotate effettuate dai pescatori di Marta, nonostante l’anomala temperatura alta del lago rispetto allo scorso anno, sono state veramente fruttuose grazie alla cattura dei riproduttori più grandi dei coregoni, molto abbondanti in questo periodo, i quali, una volta spremuti dalle uova, hanno portato a un'esponenziale numero di circa cinque chili delle stesse per ogni campana di vetro.

“Siamo molto soddisfatti di questo risultato – affermano alcuni pescatori del posto -. Un dato positivo e strepitoso che fa ben sperare in un ripopolamento di questa specie di pesce genuina e sana che andrà ad arricchire il nostro bacino. Indubbiamente una volta che tutte le uova si schiuderanno, milioni di avannotti di piccoli coregoni andranno a ingrossare la grande famiglia di questa specie prelibata, chiamata la "spigola di acque dolce", in un lago incontaminato e dalle limpide acque, ingredienti naturali che rendono il prodotto ittico sicuramente il più genuino e pregiato degli altri laghi d’Italia”.

Grazie a un sistema idraulico che quest'anno è stato potenziato e che sfrutta la stessa acqua del lago, l'incubatoio ittico di Marta è gestito dagli stessi pescatori che sono i veri custodi del lago, i quali, con la loro esperienza, durante la maturazione delle uova, ne seguono costantemente la loro crescita all'interno delle campane di vetro con attenzione e impegno, con i risultati che nel corso degli anni hanno registrato una costante crescita.
Dati importanti e soddisfacenti che non vengono a caso ma che sono frutto di lavoro e impegno da parte dei lavoratori del lago. Un notevole aiuto, come sempre, è dato dall'amministrazione provinciale di Viterbo e dal comune di Marta, finalizzato ad arricchire quel patrimonio ittico che non è a vantaggio solo dei pescatori ma di tutta l’economia dei paesi del bacino legata alla lavorazione, trasformazione e commercializzazione del prodotto.

Un successo che si va ad aggiungere a quello degli scorsi anni e che valorizzano e rendono grande il lavoro prestato dai pescatori, tra cui Giuliano Rocchi, Andrea Garofoli, Franco Pesci ed altri che operano all'incubatoio ittico "Madonna del Monte", a vantaggio del ripopolamento del lago di Bolsena.
Ogni anno l'incubatoio di Marta è meta di visite didattiche da parte delle scolaresche del viterbese che si recano nella struttura posta di fronte al lago per ammirare, da vicino, le campane di vetro dove si trovano immerse le uova incubate.
Le stesse sono disposte in file ordinate con davanti le vasche piene di avannotti per permettere ai visitatori di osservare più da vicino la crescita delle uova e anche di avere più spazio per gli addetti lavoratori nella struttura. Le prime semine degli avannotti di coregone inizieranno la prima settimana di marzo e proseguiranno per tutto il mese.

Un appuntamento molto seguito dagli appassionati, dai pescatori, dalle scolaresche e dai bambini che vedranno milioni di avannotti grandi come la punta di un ago, una volta liberati dai contenitori, prendere il largo come una grande nuvola nera nelle limpide acque del lago di Bolsena, andando a ingrossare la numerosa schiera di coregoni, dove successivamente trascorso qualche anno e raggiunta la misura giusta verranno pescati e commercializzati. Nel contempo ricomincerà, come ogni anno, il ciclo naturale di queste semine.
E' sicuramente un bell'esempio da esportare anche in altre zone d'Italia.

Testo di Danilo Piovani per Tusciaweb

L'incubatoio ittico di Marta (VT)

Interruzione dell'acqua a Marta (VT) 2 marzo 2016

----------------

Talete SPA comunica che mercoledì 2 marzo 2016 verrà interrotto il flusso idropotabile in tutto il territorio del comune di Marta dalle 8:30 fino a termine lavori (presumibilmente entro le 12:30, salvo imprevisti) a causa di urgenti lavori di manutenzione straordinaria al serbatoio sito in località Madonna del Monte.
Al momento del ripristino del servizio potrebbe verificarsi un intorbidimento momentaneo dell'acqua.

Dado in spettacolo a Bolsena (VT) 11 marzo 2016

----------------

Il noto comico Dado sarà in scena a Bolsena venerdì 11 marzo 2016 alle ore 21 presso il teatro San Francesco.
L'idea dello spettacolo è di aiutare chi quotidianamente opera nell'ambito turistico e non solo, dando così un contributo importante all'intera collettività.
Al termine, le aziende che partecipano all'iniziativa offriranno ai partecipanti una degustazione di prodotti tipici del posto.
I biglietti per assistere allo spettacolo di Dado si possono acquistare all'ente teatro o nei negozi che sostengono l'iniziativa. Il ricavato andrà a chi quotidianamente opera nell'ambito turistico.

Per maggiori informazioni: TEL 0761/795317 - [email protected]

La compagnia teatrale "Il Gabbiano" presenta 'O Capitone - Marta (VT) 21 febbraio 2016

----------------

Domenica 21 febbraio 2016 alle ore 21, presso l'oratorio di Marta, la neonata compagnia "Il Gabbiano" porterà in scena 'O capitone, atto unico di Fabrizio Conte. Un affettuoso e divertito omaggio a Marta, ricco di canzoni e musiche rigorosamente dal vivo. Sia i testi che le musiche sono originali.

La Grotta delle apparizioni di Marta (VT) protagonista anche su Mediaset!

----------------

Martedì 23 febbraio 2016, all'interno del programma televisivo "La strada dei Miracoli" condotto da Safiria Leccese in onda a partire dalle 21,15 su Rete 4, si parlerà tra i tanti diversi argomenti anche della Grotta delle apparizioni di Marta (VT) con alcune riprese effettuate alcuni giorni fa da Mediaset presso la "Grotta di Marta". Non mancheranno inoltre delle interviste, prima fra tutte quella relativa a Mario Prugnoli, un anziano veggente del posto che venera ogni giorno, da una vita, la Madonna della Grotta, nota dai martani anche come "la Madonnina di Marta".
Il programma televisivo affronta, in ogni puntata, temi legati a presunti miracoli, guarigioni sorprendenti, mete di pellegrinaggi e luoghi della fede, ma anche fatti di cronaca (PAGINA FACEBOOK UFFICIALE).
Dopo quindi il servizio della Rai dello scorso anno, ora è venuta a far visita alla Grotta delle apparizioni di Marta anche Mediaset, facendo in tal modo conoscere ulteriormente questo fantastico luogo, intrinseco di fede, storia e mistero, a molte altre persone che prima ne ignoravano la sua esistenza. Non ci resta perciò che accendere martedì sera la televisione e sintonizzarci su Rete 4!
Vogliamo concludere questo articolo col dire che Meteo Marta ha contribuito al servizio, offrendo il proprio completo appoggio.

Testo scritto da Luca Viviani per MeteoMarta.it

Foto Carnevale Martano - Marta (VT) 7 febbraio 2016

----------------

Ecco alcune foto e un video della V° edizione del Carnevale Martano a Marta (VT) del 7 febbraio 2016.

I cammini del silenzio: "lungo la valle del Marta" 31 gennaio 2016

----------------

Escursione da Marta a Tuscania, lungo la valle del Marta
"Quando la natura ci invita al silenzio... noi cammineremo in silenzio"

Domenica 31/1/2016 ore 10: si parte dal paese lacustre di Marta, costeggeremo in linea di massima il fiume Marta (l’unico emissario del lago di Bolsena) per arrivare infine a Tuscania.
Una volta superate le prime colline avremo modo di scorgere un ampio paesaggio, abbracciando con lo sguardo un panorama che va dai monti della Tolfa fino a Viterbo e piano piano arriveremo a Tuscania costeggiando l'antica via Clodia.
Durata: tutto il giorno
Lunghezza percorso: 14 km circa
Pranzo: al sacco
Prenotazione: obbligatoria entro il 29 gennaio, max 15 persone
Informazioni: Daniela 327.4570748, Elena 320.3149587 - SITO UFFICIALE, e-mail [email protected]

Raccolta differenziata a Marta (VT) nel periodo natalizio

----------------

Si ringrazia QUESTA È MARTA